8 dicembre 2012

Caro pancione... ti racconto una storia!

8 dicembre 2012

Le più recenti scoperte effettuate nell’ambito dello sviluppo fetale, confermano che leggere al proprio piccolo quando è ancora in grembo non solo fa bene alla mamma, ma fa bene anche al bambino

Ma quali sono realmente i benefici della lettura prenatale? 

  • Il piccolo acquisisce familiarità con la voce della madre: la ricerca dimostra infatti che il neonato riconosce fin dalla nascita la voce materna ed è capace di distinguerla perfettamente da quella di qualsiasi altra persona.
  • Il bambino comincia ad apprendere il linguaggio: il piccolo familiarizza fin dal grembo con le sonorità della lingua materna, tanto che alla nascita il suo pianto ne possiede l’accento sonoro. Sembra incredibile, ma neonati di lingua diversa piangono con accenti diversi!
  • I bambini ricordano e preferiscono storie e melodie ascoltate durante la gestazione: è stato dimostrato che ascoltare regolarmente una storia o una canzone aiuta il bambino a calmarsi. Dagli studi, che in questo campo sono numerosissimi, è emerso che il neonato ricorda una storia se l’ha ascoltata ripetutamente durante l’ultimo trimestre di vita prenatale. 
  • Rilassarsi leggendo, fa calmare il bambino: il rilassamento della mamma, induce nel feto una serie di  risposte fisiologiche, neurologiche ed endocrine che influiscono positivamente sul suo sviluppo.  
  • Il legame prima della nascita stimola il benessere fisico ed emotivo del neonato: sentimenti di affetto e di amore determinano nella madre la produzione di endorfine che innescano a loro volta un rilascio dello stesso ormone nel feto, promuovendo sicurezza e benessere nel bambino che verrà.
  • Più parole sente un bambino, più successo avrà nella vita: è stata riscontrata una correlazione diretta tra quanto i genitori comunicano con il bambino ed il successo sociale e accademico che essi avranno da adulti. Più parole un bambino sente nei suoi primi anni di vita, maggiore è la sua alfabetizzazione e il suo sviluppo linguistico. 
  • Leggere al proprio bambino prima e dopo la nascita rafforza i legami sociali e familiari: stabilire una routine intorno alla lettura, offre l’opportunità di condividere il tempo in modo affettivo, attivo e coinvolgente. Durante la gestazione, questo favorisce l’instaurarsi di una relazione profonda con il bambino e stimola il processo di attaccamento. 

Per concludere, leggere al bambino prima e dopo la sua nascita, costituisce senza dubbio un punto di partenza fondamentale per la promozione di una cultura che ponga l’alfabetizzazione, la condivisione e l’amore come sue priorità.   

 

Qualche idea per lettori di pancia:

 

  • Filastrocche dell’attesa: venti filastrocche dedicate alle diverse fasi dell’attesa e nate con l’intento di favorire una sintonizzazione precoce tra mamma e bambino. Un piccolo originale “prelibro” da leggere ad alta voce, per permettere al bambino ancora in pancia di familiarizzare con la vocalità e le emozioni della mamma, cominciando a scoprire attraverso la lettura la dolcezza di un legame fatto di cose uniche e speciali. 
    Filastrocche dell’attesa, Donatella Romanelli, EdiGiò
    http://www.filastrocchedellattesa.it/il-libro/

 

  • Filastrocche con la pancia: un libro simpatico che scandisce con leggerezza il percorso magico del diventare genitori. Tante filastrocche dedicate a mamma e bambino che con emozione e umorismo descrivono in rima l’avventuroso viaggio verso la maternità. 
    Filastrocche con la pancia, Simona Bonariva, Edizioni La Meridiana

 

  • Canzoni, storie e filastrocche di ogni genere e sorta, in gran quantità!

 

Fonti:
Why should I read to my baby before birth?, http://thereadingwomb.wordpress.com/
What babies learn before they're born? http://www.cnn.com/2011/12/11/opinion/paul-ted-talk/index.html

Aggiungi Commento


  • Commento
  • Anteprima
Caricamento

Sviluppato da Antimonio Creative Farm

Condizioni di utilizzo
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.

Note legali e copyright

PELLE A PELLE aderisce al Codice delle Buone Pratiche dei Blogger