8 dicembre 2012

Filastrocca per piangere

8 dicembre 2012

 

Gli uccelli piangono persi nel volo

Lacrime piccole piovono al suolo

I pesci piangono lacrime amare

Acqua nell’acqua persa nel mare

I grandi piangono dietro le mani

I pianti grandi degli esseri umani

Io che son piccolo non mi nascondo

Piango benissimo davanti al mondo

Pianti di pioggia che asciugano i venti

E non m’importa se tu mi senti

E non m’importa se tu mi vedi

Io piango in piedi

 

Bruno Tognolini, Rima rimani, Edizioni Salani, 2002

30 novembre 2012

Filastrocca per un neonato

30 novembre 2012

 

Mammalingua, un bellissimo libro dedicato a chi sta vivendo il miracolo della nascita. Filastrocche da leggere ad alta voce a chi è dentro al pancione... o a chi è appena uscito. Prosegue...

29 novembre 2012

Pelle

29 novembre 2012

 

"La pelle in sé non pensa, ma è sensibilissima. Essa ha la facoltà di ricevere e trasmettere una straordinaria varietà di segnali e di dare una vastissima gamma di risposte, molto più che tutti gli altri organi di senso: quanto a versatilità va perciò considerata seconda solo al cervello." 

 

(cit. A.Montagu, Il linguaggio della pelle)

29 novembre 2012

Le origini dell'amore

29 novembre 2012

"Il più grande terrore che un bambino può avere è di non essere amato, e l’abbandono è l’inferno che teme. Credo che tutti al mondo in misura maggiore o minore abbiano provato l’abbandono. E con l’abbandono viene la rabbia, e con la rabbia qualche tipo di crimine a vendetta dell’abbandono, e con il crimine la colpa. Ed ecco la storia dell’umanità." Prosegue...

29 novembre 2012

Tutto il mondo in una mamma

29 novembre 2012

"Mamma scimmia porta continuamente il cucciolo in contatto pelle a pelle – pancia a pancia, petto contro seno. Calmato dal suo battito cardiaco, accolto nel calore del suo corpo, cullato dai suoi movimenti, l’intero mondo del piccolo è sua madre"

 

(cit. Prescott, Le origini dell'amore)

 

29 novembre 2012

Pioniere del co-sleeping

29 novembre 2012

Nel 1977, Lella Gandini intervistò una nonna del centro Italia, riguardo ai rituali di addormentamento del neonato nella sua famiglia. Ecco qua la sua illuminante testimonianza:

 

"Quando vado a trovare mia figlia, che ha un bambino di un anno di nome Marco, la sera prima di addormentarlo lo mette nel suo lettino e chiude la porta della sua camera. Lo lascia piangere fino a che non si addormenta e aspetta ansiosa nell'altra stanza. Prosegue...

Sviluppato da Antimonio Creative Farm

Condizioni di utilizzo
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.

Note legali e copyright

PELLE A PELLE aderisce al Codice delle Buone Pratiche dei Blogger