28 ottobre 2014

Perché portare in fascia un bambino?

28 ottobre 2014

Babywearing o uso della fascia porta bebè... 

Un'arte magica, una forma di accudimento che unisce al contatto profondo e all'ascolto, il benessere e la comodità.

Qualcosa che ci permette da un lato di conoscere meglio il nostro bambino e di comprendere meglio i suoi segnali, rinforzando il processo di attaccamento, dall'altro lato di favorire il suo sviluppo e il suo rilassamento.

Ma non solo!

L'uso della fascia ci consente di muoverci comodamente, con le mani libere, ma pur sempre in contatto con il nostro piccolo. 

Una pratica antichissima e sapiente, consigliata per i suoi risvolti pratici e per i suoi effetti benefici su sonno, pianto, coliche e sviluppo del bambino.

Ecco qua un breve video per scoprire insieme alcuni dei numerosi motivi per cui usare la fascia porta bebè...

 

 

 

  • E se desideri IMPARARE AD USARE LA FASCIA PORTA BEBE' e partecipare a un CORSO a Firenze, Arezzo, Valdarno contattami!

 

  • Se abiti in un'altra zona e sei interessato a partecipare a un corso o a trovare la consulente del Portare più vicina a te visita il sito della Scuola del Portare 

 

Immagine: http://www.todaysparent.com/wp-content/uploads/2011/09/Nov11-babywearing.JPG

 

4 gennaio 2014

No, no, no e ancora no! Quando il tenero cucciolo... si trasforma in leone.

4 gennaio 2014

 

Succede un giorno che il nostro cucciolo cominci a camminare.

Ad un tratto conquista la verticalità e il suo mondo cambia totalmente. Si ribalta per metà.

Non ci sono più solo grandi persone in grado di spostarlo nel mondo all’altezza di un metro e più da terra. Adesso c'è lui che senza allontanarsi troppo da dove cresce l'erba, seppur piccolo piccolo, conquista lo spazio sulle sue gambette incerte.

Non si limita più a guardare ciò che gli altri decidono che lui guardi. Non più solo il soffitto o le api colorate appese sul lettino. Adesso lui guarda ciò che vuole.


Lui cammina.

 

E' una rivoluzione. Uno stravolgimento colossale che non fa muovere solo il terreno sotto i suoi piedi, ma mette in moto instabile anche tutti quelli che erano prima i suoi punti fermi.
E così se prima lui stava al centro di un piccolo mondo attorno a cui tutto gravitava ed erano gli altri che sceglievano di avvicinarsi o allontanarsi da lui, adesso è lui stesso a tracciare i confini di questo suo mondo in espansione.
E’ lui che può andare verso o allontanarsi da...
Può muoversi, muoversi tanto o decidere di restarsene fermo del tutto.
Può ricevere, ma può anche dare.
O decidere di non dare affatto.

 

Dopo un po', nello stesso momento o chissà quando, sempre ad un tratto, accade che il nostro cucciolo cominci a parlare.
Conquista la parola e tra tutte ne padroneggia una...

Scopre all'improvviso di poter dire la parola che lo rende più attivo e più vivo nel mondo.

Una parola piccola, veloce come una scheggia, ma pesante come il piombo, che i grandi usano spesso. Con lui, tra di loro, con se stessi. Una delle parole più importanti.

Il nostro cucciolo scopre il NO!

 

E quando accade una tempesta stravolge il suo mondo tranquillo... e quello dei suoi genitori! Prosegue...

6 dicembre 2013

Un corso sull'arte del Portare...per imparare ad usare la fascia porta bebè

6 dicembre 2013

 

Incontri pratici e teorici rivolti a genitori e a gestantiper imparare ad usare la fascia portabebè in modo fisiologico e sicuro.

 

Un ciclo di incontri tutti dedicati al Babywearing, l'arte magica del portare in fascia.
Per scoprire i diversi utilizzi della fascia e per imparare a portare il neonato fin dai suoi primi mesi di vita, pancia a pancia, sul fianco e sulla schiena.
E' possibile cominciare il corso anche durante la gravidanza per prendere dimestichezza con la fascia e dare sollievo alla schiena attraverso legature specifiche.

 

Il corso si svolge in incontri individuali o di gruppo, durante i quali vengono insegnate legature diverse per portare il bambino in sicurezza e rispettando la sua fisiologia e le sue fasi di sviluppo. 

Dove si svolge il corso:il corso si svolge individualmente a domicilio o in gruppo a Montevarchi, Firenze e Arezzo

 

Durante il corso: Prosegue...

18 settembre 2013

Comunicare con il neonato attraverso la pelle. Riprendono i corsi di Massaggio Infantile A.I.M.I. a Firenze, Arezzo, Montevarchi

18 settembre 2013

Riprendono a grande richiesta i corsi di Massaggio Neonatale organizzati da PELLE A PELLE.

Sono aperte le iscrizioni per i corsi a Firenze, Montevarchi e Arezzo. Posti limitati.

 

Comprendere i segnali e i bisogni del neonato attraverso il linguaggio della pelle: un metodo dolce per promuovere il benessere del bambino e comunicare con lui attraverso il contatto e la stimolazione sensoriale. Prosegue...

26 luglio 2013

La mia bambina mi odia

26 luglio 2013

 

Sono tante le persone che mi domandano a cosa serva massaggiare un bambino.

Da educatrice e insegnante di massaggio infantile finisco per rispondere un po' automaticamente, sciorinando l’elenco consolidato di tutta la serie di benefici confermati dalla ricerca scientifica. 

Il massaggio serve per stimolare lo sviluppo generale del bambino.
Il massaggio serve per promuovere le funzionalità intestinali e alleviare i disagi di coliche e stipsi.
Il massaggio promuove la propriocezione nel neonato e ne stimola la crescita psicomotoria.
Il massaggio offre una stimolazione sensoriale e favorisce la maturazione neuronale…

 

Sono tutti aspetti fondamentali in cui credo fermamente, ma che cito per primi perché sicura del maggiore appiglio che possono avere sulle persone.

Se qualcosa è riconosciuto dalla scienza ed apporta benefici in termini organici le persone ci credono di più. Questo è innegabile. 

Da figlia di medico poi, a volte anche io faccio difficoltà a non vedere le cose da questa prospettiva.

 

Ma da mamma è diverso. Prosegue...

24 marzo 2013

Sei tu l'esperta di tua figlia

24 marzo 2013

"Quando scoprii di aspettare un bambino feci quello che la maggior parte delle donne faceva, cominciai a divorare libri. 

Decisi di tornare a casa, in Kenya, dove misi alla luce mia figlia. Piangeva molto e io stanca ed esasperata piangevo spesso Prosegue...

14 dicembre 2012

Neonati e coliche: i benefici del massaggio

14 dicembre 2012

 

Cosa sono le coliche?

 

Le coliche gassose del neonato, si manifestano generalmente con crisi di pianto inconsolabile e duraturo. L’addome del bambino può risultare teso e il volto rosso. Il neonato si irrigidisce e si contorce, flettendo le gambe ed emettendo gas dall'intestino.

Nel 10-20% dei bambini queste compaiono tra la seconda settimana di vita e il quinto mese e sono caratterizzate da episodi continui e incontrollabili di pianto che possono durare più di tre ore al giorno - solitamente nello stesso momento della giornata - manifestandosi più volte in una stessa settimana e per diverse settimane consecutive. 

Si tratta di una situazione che provoca nei genitori forti ansie e preoccupazioni e che impedisce al bambino di dormire tranquillamente. Prosegue...

8 dicembre 2012

Filastrocca per piangere

8 dicembre 2012

 

Gli uccelli piangono persi nel volo

Lacrime piccole piovono al suolo

I pesci piangono lacrime amare

Acqua nell’acqua persa nel mare

I grandi piangono dietro le mani

I pianti grandi degli esseri umani

Io che son piccolo non mi nascondo

Piango benissimo davanti al mondo

Pianti di pioggia che asciugano i venti

E non m’importa se tu mi senti

E non m’importa se tu mi vedi

Io piango in piedi

 

Bruno Tognolini, Rima rimani, Edizioni Salani, 2002

Sviluppato da Antimonio Creative Farm

Condizioni di utilizzo
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.

Note legali e copyright

PELLE A PELLE aderisce al Codice delle Buone Pratiche dei Blogger