14 giugno 2013

Sono con la mia bambina. Non rispondo al telefono

14 giugno 2013

 

Scheggia n°4 di B.
Sono con la mia bambina. Non rispondo al telefono

 

C’è un'opera dello scultore francese Arman che mi è rimasta impressa. 

Un’opera che racchiude perfettamente in sé il mio rapporto con gli oggetti. Si tratta di un vecchio telefono esploso dentro un cubo di resina che ne ha bloccato il processo di distruzione. 

Non so, mi trasmette l'amore-odio verso l'oggetto: è utile, migliora la qualità della vita, ma poi, senza capire come, valica il confine e diventa un tiranno, che la vita te la tiene per le briglie. 

Così io lo faccio esplodere, lo distruggo, rivendico il ruolo primario dell'umano, ma ne tengo i cocci, conservo i resti dell'amata invenzione.

Quando sento suonare il telefono, rispondo. E' compulsivo. Prosegue...

Sviluppato da Antimonio Creative Farm

Condizioni di utilizzo
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.

Note legali e copyright

PELLE A PELLE aderisce al Codice delle Buone Pratiche dei Blogger